Mi sono avvicinato al Tatuaggio, improvvisamente... agli inizi degli anni ’90.
Ho sempre disegnato, sin da piccolissimo, cimentandomi in vari concorsi poi Il bisogno e la vita hanno affievolito questa passione portandomi a disegnare solo su richiesta o per lavoretti grafici.. A 30 anni, d’improvviso... come se fosse sempre stata davanti agli occhi ma non lo avessi mai voluta considerare, una voglia di scoperta e di rinascita.. volevo tatuare! Si ma come? Non so come ho potuto iniziare... oggi non capisco come ho trovato il coraggio di forare tranquillamente la pelle di molti conoscenti che impavidamente fornivano il corpo a mia discrezione... non avevo mai tatuato, con la Machine, e la tecnica mi era sconosciuta. Così, pelle dopo pelle, disegno su disegno trovavo nei Lavori difficoltà e consapevolezza della meravigliosa arte del Tatuaggio. Col tempo iniziai a tatuare Free Hand imprimendo all’esecuzione su pelle un mio stile personale derivante dalla voglia di eseguire Lavori “riconoscibili”. Come pittore amo il Surrealismo ma come Tattooist il disegno Classico, sfumato bianco/nero e amo il Maori e in genere il Polinesiano eseguendolo solo come abbellimento grafico, senza alcuna intromissione con il significato e il senso più alto di appartenenza che ha per i Maori stessi... Con il tempo e con l’esperienza ho iniziato a eseguire Cover su vecchi o errati tatuaggi e su ogni tipo di cicatrice così da sfruttare l’arte per aiutare persone che per questo celavano parti del corpo o se ne vergognavano... Questo è un meraviglioso lavoro che deve rispettare canoni artistico/sanitari irrinunciabili quindi chiedete sempre ai vostri Tatuatori igiene e Arte, difficilmente queste due cose sono confondibili anche ad occhi profani.